23/10/15

PESANTE REAZIONE ALLERGICA ALL'ELETTRONICA D'ASCOLTO ovvero COMPRARE FELPE ALLA DECATHLON UN POMERIGGIO D'AUTUNNO ovvero FRA TANTI MALI DEL CAZZO SCELGO IL MINORE

- Considerazioni e Costipazioni -



L'altro pomeriggio sono uscito.
Dovevo comprarmi una felpa.
Una felpa pari collo, tinta unita.
Dove cazzo si compra una felpa pari collo, tinta unita, oggi?
Da Decathlon, se non fosse che a parte il nero e il grigio hanno colori imbarazzanti.
Da Zara, forse. Ma lo Zara più vicino a me è a Rimini. E non vado a Rimini perchè odio il traffico di Rimini. Al traffico di Rimini ci devi essere abituato. A parte le file chilometriche sull'adriatica, la città sembra chiudersi dietro di me ogni volta che ci vado (e ci vado spesso per lavoro), come un fottuto labirinto pieno di extracomunitari che mi fanno sentire in colpa se ho spicci sul cruscotto e non glieli do.

Insomma non vado a Rimini, fine.

Ho pensato: "Voglio sputtanarmi 80 euro in una felpa. Voglio andare in un negozio figo".
Rapidamente ho pensato ai 3/4 negozi fighi nel raggio di 50 km e li ho fatti tutti (tranne quelli verso Rimini). Giuro.
Dopo questa esperienza ho capito una serie di cose:

- Non esistono negozi fighi che ti vendono una felpa decente a 80 euro. Innanzitutto perchè le felpe decenti sembrano essere scomparse dalla faccia della terra. Per felpa decente intendo una roba che ti metti e che ti faccia provare un minimo senso di tepore. Tepore cazzo. Non caldo, TEPORE.

Nein. Adesso solo stracci leggeri come piume dai 100 euro in su. E con mille scritte.
Porca eva, dammi una felpa normale, poi al massimo ci scrivo io quello che mi pare.

- Nei negozi fighi va di moda il djset. Bellissimo. Ottima cosa.
Piccolo particolare: ho girato 4 negozi, ho beccato 3 djset. Con la stessa identica musica elettronica.
Unico cambiamento: i bpm (almeno quelli). Dai 100 ai 115 circa, ma della stessa identica elettronica da ascolto.

Balearic, disco, minimal, tu chiamala come vuoi, fatto sta che ormai è una sorta di mutismo sonoro organizzato. Gli unici che veramente ci credono sono 2 o 3 personaggi all'interno del negozio, e in specifica: il proprietario/gestore, il dj, l'amico/amica del dj.

Gli altri avventori vivono una specie di indifferenza empatica il cui motivo fondamentale è perchè non gliene frega una mazza.

Questi pensieri mi hanno procurato una specie di parestesia. Sono uscito dall'ultimo negozio, ho fatto 35 km verso sud e sono andato da Decathlon a prendere 2 felpe schifose. Per protesta.
Tanto vesto felpe schifose da quando sono nato.

Da Decathlon non c'è la musica o se c'è, è così bassa che sembra non ci sia.
Le felpe non costano un cazzo e probabilmente sono state cucite da bambini cinesi frustati per l'occasione.

Però ho visto Decathlon come un grande e grosso baraccone fuori dal coro.

Una specie di risposta satanica al limbo fighetto.

Crepate di freddo con le vostre felpine e dj Fritzenwald che vi lancia folate di indifferenza musicale.

Io arderò come un ceppo con la mia Decathlon da 7 euro e gli Helmet appalla.


3 commenti:

Unknown ha detto...

Vendevano anche tappini per le orecchie al decathlon! Me ne voglio procurare un set al più presto.... Il fratello maggiore

Dj.Castà ha detto...

Ti stimo Fratello!!!

Rôb Skâvstå ha detto...

parole sante

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...