16/05/11

TWO WOUNDED BIRDS

- Frequenze News -


Fra i 2.894.769 gruppi nati negli ultimi anni, è veramente difficile sceglierne qualcuno da indicare. Il vero problema è che la maggioranza di questi ha qualcosa per cui varrebbe la pena spendere una parola, ma tutti tendono drammaticamente ad assomigliarsi e assomigliare. Questo livellamento verso l'alto e l'indecisione che esso provoca, rappresenta il momento musicale in cui ci troviamo: da una parte il web, tanta/troppa scelta, una vera e propria lotta all'ultimo mp3. Dall'altra il negozio di dischi, l'inversione della tendenza, la riscoperta del vinile, della cura per i dettagli e le edizioni, la scelta dell'appassionato.
L'universo internet dovrebbe esistere in funzione del secondo piccolo mondo, ma tutti sappiamo che da tempo non è più così. Il vero miracolo sarebbe che questa situazione stallasse e che i due cosmi rimanessero attivi anche in futuro senza che l'uno ingurgiti l'altro. 
Difficile. Ma, almeno per ora, possibile.

Detto questo vengo al titolo del post. A proposito di gruppi nuovi, negli ultimi due anni non mi è mai capitato di ascoltare una band nu-surf-California-high-school-beach-boys-oriented, e pensare di volerne acquistare il disco.
Eppure eccoli qua. Two Wounded Birds, inglesi con la testa fra le onde dell'oceano. Il background britannico gli regala una spanna di completezza in più rispetto ai concorrenti americani più diretti, che entro breve saranno costretti a fare loro da spalla. 
La cosa più divertente è che nessuno della carta stampata, e molto pochi sul web, in verità, sembrano essersene accorti. Signori, sveglia! Sbatteteli in copertina !!!




1 commento:

Fausto Pretto ha detto...

Ciao, solo per dire che sono in pienissimo accordo con le osservazioni che ho letto nel post, anche nella parte iniziale su web, negozi di dischi ecc...
Noi sì, li sbatteremo in home-page sti ragazzetti UK "con la testa fra le onde dell'oceano".
La testina sta solcando per la 3a volta questo bel disco...
La voce lievemente appannata mi ricorda quella dei Pale Sundays, una di quelle tante meteore (dal Brasile)
http://www.discogs.com/Pale-Sunday-A-Weekend-With-Jane/release/1504569

Buone feste!
Fausto
www.martinrecs.com

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...