06/11/08

THE SMITHS

- Frequenze Old School -

La disobbedienza, per chiunque conosca la storia, è la virtù originaria dell'uomo.
Con la disobbedienza è stato realizzato il progresso;
con la disobbedienza, e con la rivolta
(Oscar Wilde)


Su di loro si è già scritto e detto tutto, cosi oggi lasciamo direttamente alle loro parole gli aneddoti, le curiosità, lo spirito e la poetica della rock band portavoce dell'inquietudine giovanile degli anni 80 e capace di riaccendere la miccia della rinascita del rock inglese. Quello che a cavallo tra gli anni '60 e '70 costituiva la colonna sonora ideale e si faceva portavoce dei fermenti liberatori giovanili. Parola quindi a Stephen Patrick Morrissey, Johnny Marr, Andy Rourke e Mike Joice. Più semplicemente:

The Smiths

-- “Da anni il mio sogno era quello di formare una band…...Poi, un giorno me ne stavo seduto su una panchina di un pubblico giardino, e con la casualità prodigiosa delle cose della vita arrivò Johnny Marr…”
-- "The Smiths è come dire i signori nessuno. E’ il nome più ordinario dell’intero pianeta. L’abbiamo scelto proprio in risposta ai gruppi dai nomi cosi roboanti e quandi poi ti capita di incontrarli, sono tutti cosi banali! Alcuni non hanno mai letto neppure un libro…”
-- “Detestiamo l’industria del disco. Non sentiamo di appartenervi, di farne parte a qualsiasi titolo. Del resto, se si fanno e si dicono cose semplici e immediate, nessuno si sente in dovere di chiedere spiegazioni, e dunque nessuno ne deve fornire”
-- “Fiori lanciati sul pubblico per abbassare la tensione, per spegnere le ostilità, per liberare l’animo! Non è un nostro espediente ruffiano: l’abbiamo sempre fatto fin dall’inizio, e ci piace che abbiano cominciato a farlo anche gruppi com i Big Country e Echo & The Bunnymen. Ma i fiori non li compriamo noi: sono compresi nel contratto di ogni concerto”
-- “Magareth Thatcher è l’emblema vivente della violenza; rappresenta degnamente l’armamento bellico nucleare, la disoccupazione, il conservatorismo e la violenza legale che ogni giorno incombe su tutti noi. Fintantoché ci sarà chi desidera combattere negli eserciti, ci sarà sempre la guerra. Fino a che ci sarà questa assoluta mancanza di sensibilità per la vita e per la qualità della vita, ci sarà sempre violenza”
-- “Nessuna persona ragionevole può volere un mondo alla 1984 di Orwell, pieno di computers e di schermi televisivi: sarebbe contro la stessa natura umana. Non è proprio vero che ormai l’avvenire dell’uomo sta nei computers ed in ogni caso bisogna impedirlo. Basta con questa tecnologia criminale! Le esigenze della gente sono ancora quelle essenziali: cibo e abitazione”
-- “Il lavoro capitalistico riduce la gente alla stupidità assoluta; in questo senso, paradossalmente, c’è qualcosa di positivo nella disoccupazione”
-- “Siamo un gruppo che non ammette e non riconosce alcun tipo di discriminazione, soprattutto quella sessuale, la più odiosa , la più imbecille”
-- “Nulla del nostro passato è ormai realmente importante. Ero vivo, e questo è tutto. Adesso vogliamo essere accettati fino in fondo, vogliamo essere visti e ascoltati da quanta più gente possibile”
-- "La gente perbene ride di noi. Si, siamo vestiti di stracci, d'accordo. Ma possediamo qualcosa che loro non avranno mai"


(MP3):
Sandie Shaw feat. The Smiths - Hand In Glove

Covers:
The High Llamas - Frankly Mr. Shankly
Trash Can Sinatras - I Know It's Over
Tre Allegri Ragazzi Morti - Dimmi (Ask cover)




1 commento:

Zonda ha detto...

Poi ci sono altre dichiarazioni piu' recenti del tipo "Volevo che diventassimo un gruppo come i Frankie Goes To Hollywood" o "Un duo lesbico che viene dalla russia? Ma non lo siamo un po' tutti..."

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...