09/10/08

THE ALIENS "LUNA"

- Frequenze Reviews - Recensione n. 94/08

2008 Pet Rock

Bobby's Song
Amen
Theremin
Everyone
Magic Man (Mp3)
Billy Jack
Luna
Dove Returning
Sunlamp Show (Mp3)
Smoggy Bog
Daffodils
Boats
Blue Mantle



The Aliens Myspace

Eccolo qua il piccolo capolavoro degli Aliens. Astronomy For Dogs, il disco precedente, lasciava presagire qualcosa di grande ma ancora troppo acerbo per essere apprezzato a dovere. Gli ex Beta-Band McLean-Jones+ (il definitivamente recuperato) Gordon Anderson, avevano bisogno di un pò di rodaggio nel loro quartier generale di Hackney (east London) per cominciare a macinare bollente asfalto musicale come erano abituati a fare ai tempi betabandiani dei 3 EP. E' la copertina di Luna a spiegare il disco: ecco come vedreste il mondo se apriste il vostro terzo occhio. Un lussureggiante e colorato trip in compagnia di Beach Boys (Brian Wilson davanti a tutto e tutti) e Pink Floyd (stesso discorso, ma per Barrett) in una vallata tropicale con un caldo sole pop a illuminare la via. Il ritratto cubista di una costa ovest degli Stati Uniti di fine sessanta amplificata da colori saturi e liquidi e da rumori-che-diventano-suoni-che-diventano-melodie. Scesi dalla meravigliosa suite di 10 minuti a nome Bobby's Song (Bobby vi ha spiegato che droghe si prendevano quando era giovane) e tornati nel mondo ordinario, potreste ritrovarvi a canticchiare Magic Man come se l'aveste sempre conosciuta e meravigliarvi di come tutto quello che avete appena sentito, fra i palesi richiami agli anni prima ricordati, riesca ad avere anche tocchi di battuta acida che giurereste aver udito in alcuni party dei primi anni '90 (sempre che la vostra età vi abbia permesso di farlo...diversamente cercate sotto la voce Stone Roses/Madchester). Un disco facile? No. Sicuramente un insieme di canzoni che faranno felici gli appassionati del genere. In ogni caso gli alieni sembrano aver trovato la strada per tornare a casa. Il portale dimensionale è in uno strano studio all'ultimo piano di un alto palazzo ad Hackney, sobborghi (psichedelici) di Londra.



1 commento:

Zonda ha detto...

Gia' anno scorso i Santa Dog mi avevano raccontato che avevano inciso al Luisiana, il loro studio. Ora aprono i loro live in Inghilterra :)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...