10/03/08

GNARLS BARKLEY "THE ODD COUPLE"

- Frequenze Preview -

"The Odd Couple"
2008 - Downtown/Atlantic

1. Charity Case
2. Who's gonna save my Soul
3. Going On
4. Run
5. Would be Killer
6. Open Book (Mp3)
7. Whatever
8. Surprise (Mp3)
9. No Time Soon
10. She Knows
11. Blind Mary
12. Neighbors
13. A Little Better


Buy it from Amazon
Gnarls Barkley Myspace

Se ascoltando questo album passerete di traccia in traccia cercando disperatamente la nuova "Crazy", vi risparmiamo la fatica e il tempo, non c'è. E non ci si sono inni scopiazzati dai Violent Femmes questa volta, per fortuna. Non so fino a che punto potesse essere possibile ricalcare quelle orme senza cadere, in questo secondo episodio, nello scontato. Sembrano averlo capito i due G.B. che non si soffermano troppo sulla hit volutamente ad effetto (quando lo fanno inciampano nell'ovvio - "Run" e "Whatever" sono da cancellare) e approfondiscono ed espandono quelle atmosfere che hanno fatto di "Just a Thought" e "Who Cares" gli episodi migliori del precedente "St. Elsewhere". E' nell'oscurità che i due ci fanno vedere la luce. Nel gospel "straziato" (da un beat impazzito) ed urlato di "Open Book" (da brividi), nella richiesta disperata di aiuto della Portisheadiana "Who's Gonna Save my Soul", nel doloroso incedere di "No Time Soon". Tutti i dubbi, le debolezze e i turbamenti delle anime inquiete trovano un modo per essere espressi ed esorcizzati attraverso un mezzo che rende loro una giustizia quasi divina: la voce di Cee-Lo. Un album che ha in "Surprise" e "Going On" le vere ed uniche alternative a delle hit pop, in "She knows" una bomba volutamente priva di esplosivo. "La strana coppia" colpisce a fondo. Il riferimento più profondamente nascosto, in mezzo ai più evidenti (Trip Hop vs. Sixties Soul) è a George Clinton e a quello che, ai tempi, è riuscito a fare della musica nera. Danger Mouse è la persona che, in questo momento per intenzioni ed eclettismo, più gli si avvicina (vedi anche produzione del nuovo album dei Black Keys - a breve su questo blog). La scelta di correre ai lati dell' autostrada asfaltata con "St. Elsewhere" è sicuramente rischiosa ma nel complesso trovo sia molto più appagante. Sarà interessante capire cosa ne penserà la critica e soprattutto, infine, la gente.

"Run" Video:

2 commenti:

creamy ha detto...

"Open Book" è straordinaria,
sempre fantastici!
Grazie mille!
;)

Saint Andres ha detto...

Davvero un ottimo album, forse non all'altezza del primo ma altrettanto valido.
QUI la recensione di uno dei miei brani preferiti!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...