18/12/07

THE SUGARS

- 2008's Hot Bands -



Vi abbiamo segnalato gli scozzesi Glasvegas come nuovo gruppo in netta ascesa per il 2008. Ebbene i Glasvegas non saranno soli perchè qualche chilometro più in giù, da Leeds, arriva la risposta allo strapotere scozzese degli ultimi tempi. The Sugars. Premessa: dimenticatevi tutto quello che recentemente il West Yorkshire (la zona dell'inghilterra da cui provengono) ha prodotto, ovvero Pidgeon Detectives e Kaiserchiefs. Il feeling qui è di altra specie: tre ragazzi presi direttamente dalla tradizione blues/doo-wop anni '50 e lasciati maturare lentamente in mezzo al mare di musica che ci separa da quei tempi. Il risultato è pressapoco devastante. White Stripes? Certamente. Curtis Mayfield? Anche. Detroit Cobras? Assolutamente Si. Il Soul e il Blues incontrano il pop e si fondono in un suono scarno e potente, diretto come un destro di Cassius Clay. La definizione che si danno nel loro myspace calza a pennello: Bobby Bland che duetta con gli Shocking Blue ovvero la ricerca delle radici della musica e la loro elaborazione. Avranno un bel da fare nei mesi a venire, potete giurarci. Il discorso è semplice: quando riesci ad aggiungere a due ottimi singoli come "Doo Wop" (il primo) e "Monsters" (il secondo), un terzo in cui hai il pezzo che ballerà tutto il mondo di qui a breve "The Way to my Heart" (vedi video) e uno splendido lato B dal sapore Soul come "End of our love Affair", devi incominciare a preoccuparti di come potrai far fronte ai tuoi prossimi (milioni) di impegni senza tralasciare la produzione di un disco che, a questo punto, diventa impellente.

Sarà nostra premura tornare a parlare degli Sugars proprio con il risultato delle chiacchere natalizie che, al termine di questa settimana, andremo a fare personalmente con il trio di Leeds. Intanto alleghiamo un paio di "soulful" mp3.


Mp3:
The Sugars - End of Our Love Affair

Mp3:
The Sugars - Serenade

34 commenti:

lady ha detto...

WOW!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

loky ha detto...

Ecco perchè questo blog è interessante.Date un'informazione diversa da quella che si trova da altre parti in cui viene proposta la solita nenia indie(con tutto il rispetto).I consigli che date sono preziosi.Questo gruppo ha un sound fantastico.

chelo ha detto...

Concordo.Ottimo consiglio

bobo76 ha detto...

Il cantante ha l'aria piuttosto antipatica......Il pezzo non è male

Seba ha detto...

Dai ragazzi non vorrete mettere questa roba blues con i Bloc Party,i Kaiserchiefs e i Pidgeon Detectives
Quella è musica!

radiazione ha detto...

Mi complimento con Seba per l'ottima recensione di "QUESTA ROBA BLUES".
Ce ne fosse Seba,ce ne fosse.

Corra ha detto...

Il gioco è quello di continuare a scrivere facendo finta di non avere letto il commento di Seba,ragazzo simpatico ed intelligente ma che questa volta non sa bene di cosa sta parlando.

Creamy & Giuli ha detto...

E' terribilmente ballabile!!!!!Abbiamo il repeat da 15 minuti,non riusciamo a stare ferme!!!!Domani sappiamo cosa chiedere alla Rough

ale frnch*n* ha detto...

Grande Corra, sei il numero 1

filo ha detto...

la canzone del video mi ricorda molto i white stripes Il cantante ha più che altro l'aria che ci vuole per un video del genere comunque sono meglio da sentire che da vedere

filo ha detto...

a parte la batterista

Diego ha detto...

Ciao ragazzi
in definitiva,ascoltati questi e i Glasvegas vi dirò che pendo forse più per questi.Molto varia la loro produzione(dal soul puro al garage di "monsters" fino alla cassa in quattro del video che avete messo)mentre i glasvegas,seppur forse più "gruppo" hanno un pò meno varietà e,alla lunga finiscono per stancare

Diego ha detto...

@filo
labatterista è una bella ragazza e mi sembra che sia anche una discreta musicista quindi il rapporto vista/udito direi che si equivale!

seba ha detto...

Non potete capire

What'sthegender ha detto...

Soundsgooooood!!!

Anonimo ha detto...

Mi sembrano un gruppo costruito a tavolino hanno qualcosa che non mi convince.. per me non sono dei veri.. per fare blues devi puzzare di whisky..

Deni ha detto...

@ Anonimo:
Penso NON sia loro intenzione fare blues e puzzare di whisky. Sono una band giovane che ha voglia di divertirsi, suonare e conquistare il mondo con il background che li accomuna, che, in questo caso, è soul, blues, garage e.....pop. Serve altra verità ?

Ti faccio una domanda che esula:
Uno che beve dell'acqua, non suona e lavora in un alimentari non può essere un bluesman ?

Anonimo ha detto...

Ovviamente era un immagine pittoresca quella del whisky's smell, era solo per spiegare il "ragionamento" fatto..
E' chiaro che chiunque possa fare qualunque cosa, suonare qualsiasi genere musicale..
E' che il blues e il pop sono due generi che proprio non riesco ad accomunare, in questo caso l'attitudine e il suono pop si mescolano con giri (e stile) blues creando un mix non troppo convincente alle mie orecchie..
Lo vedo molto come deciso a tavolino: "ok il pop va.. perchè non proviamo ad inserirgli dei giri blues che magari fanno fico?".. mi da quest'idea qui insomma..
giudizio personale ovviamente..

a. ha detto...

Quindi secondo il tuo ragionamento i White Stripes......

Deni ha detto...

Alt. Quindi per te il blues è blues. Il pop è pop. Nessuna sfumatura.

Ok, torniamo indietro.
Il Rhythm'and Blues e il rock and roll non sono forse delle derivazioni "pop" del blues ? Pensi che all'epoca il ragionamento discografico fosse diverso ?

A questo punto mi convinci solo se dici che ascolti Robert Johnson dalla mattina alla sera.

RAdiazioNE ha detto...

Ahia anonimo.......ti hanno preso in castagna.......

Chelo ha detto...

Vero,le contaminazioni musicali fanno andare avanti la musica.
Ma forse anonimo è un conservatore e ascolta solo vecchi bluesman.

corra ha detto...

C'è scambio di opinioni qua eh?
Giusto quello che dice a. e i White Stripes?
Mi sembra più che altro che anonimo sia un tipo legato al compartimento stagno della musica di genere percui il pop non gli entri tanto solo per il suono che sente a pronunciare la parola.
Ti capisco anonimo, però prova ad aprire il tuo compartimento stagno:quello che dice deni sul rock n roll è verissimo.

Anonimo ha detto...

Qui si stanno facendo dei voli pindarici..
Cerchiamo di non decontestualizzare ogni singola frase per controbatterla con delle ovvietà..

Quello che dici deni è sacrosanto e nessuno ha mai negato il contrario..
O meglio la mia frase poteva essere fraintesa con una generalizzazione ed è cio' che è avvenuto..
intendevo dire che "quel" (e sottolieo quel) pop stile molto radiofonico non riesce assolutamente a legarsi ai giri blues che compongono il pezzo, o meglio ciò che ne nasce è finto (sempre per me ovviamente), è creato a tavolino molto probabilmente da un produttore, lo stesso nome della band è di uno scontato incredibile..

non mi sembra il caso di star qui a rimarcare il fatto che ogni "nuovo" genere è basato su di un altro già esistenze con influenze e contaminazioni di altri generi o correnti musicali differenti.. questo è scontato e tutti gli utenti di questo ottimo blog ne sono ampiamente a conoscenza altrimenti non sarebbero utenti di questo ottimo blog..

Chi ha tirato fuori i WS evidentemente non li conosce così bene se li paragona a questi sugars..

Deni ha detto...

Ok, ho capito cosa vuoi dire.
A questo punto si tratta di una questione di gusti. Trovo il pezzo del video molto azzeccato per poter dare risalto ad un'altra produzione che diversamente ed erroneamente non sarebbe notata o cagata più di tanto.
Il pezzo a me piace molto, è estremamente scarno e diretto, ti arriva subito. Penso possa piacere anche a gente che non capirebbe il resto dei loro brani ed è qui l'astuzia che tu non ciucci forse.
Prova ad ascoltare il resto dei brani con la mente vuota e senza preconcetti. Poi informaci di cosa ne pensi.

Creamy & Giuli ha detto...

Per noi sono f***ing amazing!!!!!!!

Stazione di Bologna ha detto...

Ciao Deni e altri ragazzi del blog.
Gli altri pezzi mi piacciono molto di più di quello del video (che trovo molto ballabile però).Ad anonimo dico che secondo me il paragone coi White Stripes invece è azzeccato

Marquis ha detto...

Ma dai.....il pezzo è bellisssssssimooooo!!!!!

Anonimo ha detto...

Mah.. ragazzi li ho ascoltati ma il mio parere non cambia..
le canzoni sono carine, orecchiabili e nulla più, le strutture dei pezzi molto semplici(non attaccatemi su questo più la musica è vuota e diretta e più l'apprezzo) e non sempre originali..
continuo a pensare che sia un prodotto costruito appositamente a tavolino e d'altronde la formazione,lo stile dei 3 kidz unito ai testi, ai titoli dei pezzi ed al nome della band (tutto molto "a tema" diciamo) mi lasciano pochi dubbi a riguardo..

Ribadisco oltretutto che il paragone coi WS è fuori luogo, ad un primo ascolto superficiale puo' anche sembrare che qualcosa (alcune tonalità del cantato maschile, lo stile della battera,..) ci possa essere ma dopo un ascolto approfondito..

Scusate è la mia modestissima opinione e non voglio convincere nessuno..

L'anonimo rompipalle

Deni ha detto...

Immaginavo avresti risposto così.

Il tuo odio per i tavolini e le tue disquisizioni verranno usati come "ago punzecchiante" dell'imminente conversazione con gli Sugars.

Grazie delle opinioni.
Saluti Anonimo

Skeet ha detto...

"Quel" pop stile molto radiofonico non riesce assolutamente a legarsi ai giri blues che compongono il pezzo..

Caro Anonimo.......ma cosa cazzo dici?!

Anonimo ha detto...

Non è forse il pezzo catalogabile come pop?
Chitarra e basso non sono forse rnr-blues?
Mi viene da dire.. che cazzo dici tu caro skeet?

edna mode ha detto...

Mi piacciono parecchio
Grazie 1000 del consiglio!

******* ha detto...

FU**INGAmazing!!!!!!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...