17/03/16

ITALIAN NIGHT CLUBBING

- Frequenze book con ingiustificabile e penitente ritardo -



ITALIAN NIGHTCLUBBING
Deliri, follie e rock’n’roll negli storici club del Bel Paese
Alessandra Izzo - Tiziano Tarli
Arcana musica - pp. 240

Era il 17 febbraio del 1965 quando aprì i battenti il mitico Piper Club di Roma.
Da quella prima notte di baldoria i ragazzi non hanno più smesso di ballare, divertirsi e ascoltare musica, aggregandosi nei locali dello Stivale per cavalcare le nuove mode che impazzavano in Europa e negli States.
Attraverso aneddoti, episodi e ricostruzioni questo libro racconta la storia delle discoteche e dei locali più caldi e di tendenza, attraversando quattro decenni di vita italiana, dai favolosi anni ’60 ai ’90, fino a quelli della generazione X.
Tra hippies sotto trip, punk dalle creste colorate, travoltini in completo bianco e oscuri darkettoni, sfogliare Italian Nightclubbing sarà come fare un al Divina o al Plastic, in cerca dei soggetti più stravaganti e della disco più cool di Milano; al Banana Moon, tempio del rinascimento del rock fiorentino; al Black Out di Roma, club famoso anche in Inghilterra; alla monumentale Baia degli Angeli di Gabicce Mare, archetipo della discoteca italiana; al torinese Tuxedo per ballare la migliore new wave in circolazione, e in molti altri ancora.




Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...