23/12/08

FREQUENZE INTERVIEW: THE GENTLEMEN's AGREEMENT

- Intervista con il cuore pulsante di Napoli -

Questi ragazzi sono speciali, credetemi. Se mai vi capiterà di vederli dal vivo capirete fino in fondo cosa intendo. Il grande talento, la carica umana e l'incredibile dedizione alla musica, hanno permesso loro di confezionare un album da palcoscenici europei. Raffaele, Ivan, Luca e il nuovo arrivato Renzullo hanno l'entusiasmo di bambini che hanno a che fare con il loro gioco più bello. Let Me Be a Child (appunto), il primo album (uscito da pochissimo) è reduce da recensioni entusiasmanti in tutte le testate specializzate (da Blow Up al Mucchio) e, vi anticipiamo, è uno dei nostri 3 dischi italiani di quest'anno.
Ecco i Gentlemen's Agreement, il cuore pulsante di Napoli.

Frequenze Interview: The Gentlemen's Agreement
(Terza parte di Frequenze on Air: Agli ordini del Sgt. Pepper)



Per il download: cliccate sull'icona DivShare del player. Nella colonnina di destra della pagina che si aprirà cliccate "Download Original". Qualora invece voleste postare a vostra volta il player, nella stessa colonnina troverete tutte le "Sharing Options".

6 commenti:

Anonimo ha detto...

peccato per cavallaro,se ci fosse qualcun'altro al posto suo sarebbe tutto piu bello.
NON SI PUò ASCOLTARE,per il 2009 fategli pulire i bicchieri all'officina 49 e lasciatelo lontano da frequenze on air!

Deni ha detto...

Le opinioni personali sono benvenute sul blog. Ma trovo questa tua invettiva sgradevole e piuttosto vigliacca. Innanzitutto firmati, poi, se pensi che presentare una trasmissione radiofonica sia così semplice, vieni tu a farlo, siamo TUTTI ansiosi di ascoltarti.

Anonimo ha detto...

guarda non ho niente di personale contro cavallaro,lo conosco ma non sono qui di certo per parlar male di lui cosi tanto per fare,mi riferisco a come "conduce" il programma alla radio e a quello che scrive sul blog.
Ovviamente non cambierà niente,siete liberissimi di continuare a farlo parlare per radio,magari credete veramente che ci sappia fare.
Certo,se chiedete a lui....

Cavallaro ha detto...

Caro anonimo,
se davvero mi conosci, ti prego di tirare fuori un minimo di dignità e/o palle, e dichiarare chi sei.
Io non so se sono in grado o meno di condurre una trasmissione come Frequenze On Air: so solo che me l'ha chiesto qualcuno che vedeva in me qualcosina, e so solo che cerco di fare del mio meglio.
Il tuo astio mi sembra un pò gratuito e ridicolo.
Comunque ti stendo un tappeto rosso se un giorno vorrai provare a infilarti nelle mie scarpe e a fare quello che faccio io, possibilmente meglio.
Trovati qualcosa di meglio da fare, te lo consiglia uno che - a quanto dici - ti conosce.

Pace, amore, empatia.

Cla.

Mirko ha detto...

Se uno arriva a scrivere delle cose del genere, vuol dire che gli rode parecchio che Claudio sia una persona speciale e fuori dal comune, sopra tutto se è vero che lo conosce come dice.
Quando leggo speculazioni tristi e ridicole come queste divento subito esterofilo appena esco dalla provincia forlì-cesena.
Non ascoltate certi coglioni e continuate a fare quello che fate, che siete il massimo.

*ste* ha detto...

Ascolto il vosto podcast sempre con piacere.
bò, magari non capisco niente come questo Cavallaro ma penso che se in radio ci fossero più condutori e trsmissioni così ci andrebbe grassa a tutti.
Auguri a tutte le frequenze indipendenti!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...