27/12/07

QUADROPHENIA

- A WAY OF LIFE -

'Dovevo andare dallo psichiatra ogni settimana, ogni Lunedì. Non ho mai saputo cosa ci fosse di strano in me ma mi ha detto che non ero pazzo. Ha detto che cose come la pazzia non esistono, io gli ho risposto che dovrebbe provare a fare la coda per entrare alla stadio di Brentford la domenica mattina, ho pensato che potesse cambiare idea. Mio padre l'ha messa giù in un altro modo. Mi ha detto che cambiavo umore come il tempo. Un attimo prima ero in lacrime e un attimo dopo ero tutto romantico e sentimentale con una ragazza. Schizofrenia l'ha chiamata. Svitato, ha detto mia madre. A casa andava tutto bene. Mio padre si ubriacava ogni sera e quando finivano i programmi in TV si lanciava fuori casa come un pazzo per raggiungere il negozio di anguille e pasticci di carne e tornava con abbastanza roba per sfamare un esercito. A me la anguille non sono mai piaciute, solo il pasticcio di carne, il purè e la minestra. Il mio amico Dave diceva che le anguille vivevano nella acque delle fognature. Mio padre doveva ormai esserne pieno, si mangiava cinque scatole di schifose anguille al giorno. Non penso abbia mai capito che io mi calavo cinque scatole di pillole al giorno. Ad ognuno le proprie schifezze. Le liti in casa sono cominciate quando sono tornato dai casini di Brighton. Avevo dormito sulla spiaggia ed il mio vestito si era rovinato tutto. Ci tenevo veramente del mio vestito, come di tutti i miei abiti anche se mia madre diceva che non me ne preoccupavo per niente. Diventa terribile quando ha bevuto un po' di Guinness. Non che si sia mai accontentata di berne solo un po'. Appena ho detto che mene sarei andato ha cominciato a festeggiare come se fosse finita la guerra. Io ero in paranoia totale. Quando ti scendono le pillole non è molto divertente. Puoi risolvere tutto prendendone altre appena hai il 'down' ma alla fine peggiori solo la situazione. Le pillole mi aiutavano a vedere le cose, mi facevano sentire grande come Tarzan. Penso che vedessi la vita come è realmente. La gente non poteva nascondersi da me quando ero impasticcato. Il mio psichiatra aveva un cartello appeso al muro che mi faceva ridere: recitava: "il paranoico è una persona che ha un'idea di cosa sta veramente capitando". Quello ero io impasticcato. Ho alzato i tacchi , avrei dormito quando mi sarebbero scese. Ho lavato il mio vestito alla lavanderia a gettoni ed ho passato due ore a stirarlo. non mi sembrava mai abbastanza a posto. Comunque ho preso il mio parka, nel caso avessi dovuto dormire in giro. Ho passato un paio di notti di merda dormendo sotto il cornicione dell' Hammersmith. Ogni cinque minuti c'era qualche bastardo con una macchina sportiva che faceva stridere le gomme con la sirena della polizia che lo inseguiva. La seconda notte ho visto i posters di un concerti degli WHO appesi fuori dall' Odeon. Li avevo già visti a Brighton, non erano proprio Mod ma ai Mods piacevano. Avevano un batterista che suonava agitando le braccia come un pazzo, il cantante era un tipo robusto con dei vestiti eccezionali. Se non lo avessi visto a casa mia avrei detto che i suoi capelli erano d'oro, d'oro vero intendo, di vernice dorata. Il chitarrista era un tipo magro, con un grosso naso, faceva girare le braccia come un mulino a vento. Ha scritto delle belle canzoni sui mods, ma non ne ha l'aria. Il bassista era uno spesso. Non faceva mai niente. Niente! Sorrideva qualche volta, ma il sorriso durava mezzo secondo, poi si spegneva di nuovo. Il mio amico Dave ha detto che sorrideva molto di più a sua sorella; erano fidanzati, penso. Il suo basso suonava come un VC10 del cazzo. Suonavano roba della 'Tamla' e R&B. Sarebbero stati perfetti se avessero suonato del Bluebeat. Conoscevo uno di loro prima che i loro dischi finissero in classifica, così sono andato a vederli. Erano OK. Distruggevano talmente tanta roba che tutti pensavano che fossero strumenti finti. Quando hanno suonato giù al Marquee hanno spaccato strumenti veri, avevo un pezzo di tamburo che poteva provarlo. Dopo il concerto ho girato un po' li fuori, aspettando che uscissero. Quando sono usciti non mi hanno riconosciuto, cazzo. Ho urlato e uno di loro si è girato e mi ha chiesto “Come va?”, come se si ricordasse di me. “Lavori?” mi ha chiesto. Odio quando la gente te lo chiede. Ovviamente non lavoravo, andavo ancora in quella cazzo di scuola. Il giorno mi sono trovato un lavoro come spazzino. Ora so perché la gente chiede “Lavori?” . Nove sterline per una settimana di sudicio lavoro. Ciò hanno dato ad intendere, ho lasciato il lavoro dopo due giorni con due sterline in tasca. Due miei colleghi discutevano su come guadagnare più soldi e invidiavano chi lavorava in comune. Lo consideravano una sorta di Chiesa. Il sindaco come il Papa. C'è una parte di me che odia le persone. Non le persone reali ma la maniera in cui sono inutili, in cui sono stupidi. Rimangono con le mani in mano mentre il mondo va sempre peggio. Guerre e battaglie, gente che muore di fame, vecchi che muoiono perché i loro figli hanno avuto a loro volta dei figli e non hanno più tempo. E' questo che mi fa uscire di testa. Il mio medico dice che non sono matto. Dovrebbe vedermi quando sono ubriaco. Non so cosa sia scattato dentro di me. Mi ero stufato di dormire sotto il cornicione. Tanto per cominciare il tempo era orribile, aveva piovuto per due giorni e due notti. Avevo relmente cominciato a pensare di tornarmene a Brighton. Mi erano rimaste ancora circa duecento pillole a tenermi compagnia. Cos'era veramente brutto era vedere quella tipa che mi piaceva un casino. Me l'ero scopata sulla spiaggia di Brighton. Due in un sacco a pelo è veramente comodo finchè non hai finito. Comunque lei stava con il mio amico Dave, proprio lui. Lei mi camminava dietro dopo aver ballato al Goldhawk. Lo so, era la ragazza del mio migliore amico e tutto il resto. Tutto ciò mi stava rovinando. Era come la goccia che fa traboccare il vaso. Ma l'ultima goccia doveva ancora arrivare: ho distrutto il mio GS sotto la pioggia. Non posso sopportarne il pensiero. Ho camminato verso la stazione, su per le rotaie, lungo il fiume. Avevo voglia di buttarmi sotto il treno, ma non l'ho fatto. Ho preso venti pillole in una sola volta, ho fatto un biglietto di prima classe per Brighton e mi sono seduto nella mia isola dei sogni. Ho pensato un po' durante il viaggio. Ad un certo punto posso giurare che stavo barcollando verso i bagagli guardando in faccia due agenti della City, ma il brutto era che vedevo anche me stesso. Dovevo calarmi altre pillole. Brighton è un posto fantastico. Il mare è così vorticoso che vorresti saltargli dentro e affogare. Quando ero stato qui l'ultima volta c'erano circa duemila mods che scooteravano su e giù per la passeggiata. Sarebbe stata l'ultima volta che il mio scooter vedeva le schifose passeggiate di Brighton, lo so. Mi sono sentito veramente anonimo allora, come essere nell'esercito. Ma ognuno era un mod. Dovunque guardavi c'erano mods. Alcuni erano talmente ben vestiti che dopo un po' stufavano. I Levi's avevano preso piede da un mese circa e c'erano alcuni che li indossavano come se fossero nati con i jeans addosso. C'era un tipo che sembrava essere l'Ace Face. Una sera stava ballando all'Aquarium e tutti lo ammiravano e lo copiavano. Questo è il potere che è in te ed in lui era molto forte. Quando i Mods si erano radunati a Brighton, i Rockers avevano fatto lo stesso. Non ce n'erano mai stati così tanti e questi tipo una volta ne ha picchiati due insieme. Posso assicurarvi che questo di solito non succede. Una volta ero con un gruppo di ragazzi che dava la caccia a tre Rockers giù per il Pier di Brighton. Quando stavano per essere presi si sono fermati e sono girati per affrontare il loro destino. Tutti questi ragazzi con cui ero si sono fermati di colpo. Io sono stato il primo a fermarmi, ma gli altri sono scappati così ho dovuto inseguirli. Non c'è niente di più brutto di un rocker. Questo Ace Face non sarebbe certo scappato. Ha anche demolito le porte a vetro di un hotel. Era terribile. Aveva una pistola nascosta sotto la giacca e stava scalciando la vetrata, sembrava Fred Astaire redivivo. Molto divertente, oggi riincontrato. E' finito a lavorare per lo stesso hotel, non per fare il direttore ma il facchino. Non mi sono mai sentito così deluso, nel vero senso della parola. Mi sentivo forte e battagliero quando sono partito per tornare qui. Brighton mi dava la carica. Poi mi sono depresso, i miei genitori mi hanno depresso, questo scoglio mi ha depresso, le donne mi hanno depresso, la scuola neanche a parlarne. Non avrei mai pensato che mi sarei depresso per essere un mod. Ho rubato questa barca, è la prima volta che sono in mare su una barca. Avevo ancora un po' di pillole da prendere prima che mi scendessero. Così sono arrivato su questo scoglio lontano dalla costa frastagliato e tranquilllo. Non sapevo come fossi messo, ora lo so: SCHIZOFRENICO. Che ridere! A metà strada ho bevuto una golata di Gilbeys Gin che avevo comperato. La sbornia non mi ha aiutato molto. Sulla barca ero fuori: specialmente quando mi sono salite le pillole e dopo quando mi scendevano. Il rumore del motore si era trasformato in un suono tipo pianoforte o qualcosa di simile. Come un coro celeste ed un'orchestra. Era veramente un suono incredibile, come il tipo di rumore che ti aspetti di sentire in paradiso, se c'è un posto simile. Poi mi sono ripreso e non ero più ubriaco. Stavo naufragando. Mi sentivo molto felice. Devo essere sembrato molto stupido. Roteavo il mio Gilbeys in aria e cantavo in sintonia con il motore. Ero quasi in delirio quando ho raggiunto lo scoglio. Ho spento il motore e sono saltato fuori. Quando il motore si è fermato, si è fermata anche la musica e quando quella bellissima musica è finita mi ricordo che mi è sceso tutto. Mi sentivo male per la sbornia, il mare s'infrangeva dappertutto e c'erano i tuoni in lontananza. Mi sono ricordato perché sono venuto sino qui, su questo scoglio bastardo. Così ecco perché sono qui, la schifosa barca è affondata e sono inchiodato sotto la pioggia, con la mia vita che mi scorre davanti. Solo che non corre, striscia. Ora sono solo l'ombra di ciò che ero.'

2 commenti:

Zonda ha detto...

Film culto di tanti mod. E non solo. Tipo per me, che ancora lo devo vedere :D

ale frnch*n* ha detto...

Se vuoi te lo presto?

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...