17/11/07

VIVA GLASVEGAS

- A Scottish Rock Odyssey -

Eh sì, devo ammetterlo. Fin dal primo momento che li ho sentiti avrei fatto carte false per loro. Dal momento che ancora non avevano un'etichetta mi è pure venuta la malsana idea di metterne in piedi una in tutta fretta e proporgli un contratto. Purtroppo (per me) e per fortuna (per loro) nel frattempo si sono già accasati con una non meglio identificata etichetta di Glasgow, loro città natale e ora sono pronti a spezzare il cuore a un bel pò di gente…….
Quindi preparatevi. Di chi sto parlando? Dei Glasvegas, l'ultima grande r'n'r band scozzese. Venti e più anni fa, i loro concittadini Jesus and Mary Chain mettevano a ferro fuoco il panorama musicale dell'epoca con il loro pericoloso cocktail: Bo Diddley, Velvet Underground e rock'n'roll dei'50 shackerati in un acido distorsore fuzz con una spruzzata di Ronettes. La storia si ripete. Ma questa volta il cocktail è stato perfezionato e reso semmai ancora più carico e denso. Date un'occhiata al loro leader, James Allan: ha il carisma e il talento di un punkabilly impunito e la stessa spavalderia del Joe Strummer dei bei tempi. Per non parlare della batterista, che suona come la Moe Tucker di White Light/White Heat e il Martin Rev dei primi Suicide. E poi, le loro canzoni, semplicissime, ma allo stesso tempo così cariche di referenza e tradizione da far venire i brividi: echi di Eddie Cochran, Dexy's Midnight Runners, Pale Fountains, Smiths, Ride e molti altri…I loro testi sono una celebrazione così epica e impudente dell'adolescenza che potrebbero fornire la sceneggiatura perfetta per un Quadrophenia dei giorni nostri. Tutti potremmo brindare con loro e ci sono validi motivi per farlo: stiamo vivendo gli ultimi giorni di Pompei, non solo musicalmente; quindi, se cercate un'alternativa all'invasione barbarica di pop zigulì e indie-folk da cameretta che sta invadendo il mercato "alternativo" (se di indie e di folk si può ancora parlare, visto che negli anni'90 indie esprimeva tutt'altro tipo di concetto e folk ora è solo un nomaccio modaiolo per indicare chiunque suoni per caso una chitarra acustica), allora avete buone possibilità che questo gruppo possa salvare le vostre orecchie e, chissà, magari qualcos'altro.
Scommettiamo su di loro.
VIVA GLASVEGAS!!!

Claudio Cavallaro


Leggi la nostra intervista ai Glasvegas >>>QUI<<<

22 commenti:

Anonimo ha detto...

solita roba

Anonimo ha detto...

non avranno rivoluzionato la musica di oggi, ma suonano freschi e le canzoni che sono sul blog non sono niente male.
Non male di questi tempi.
non avete scritto l'ìetichetta che li distribuisce!

Alison

Anonimo ha detto...

Insolita roba

loky ha detto...

Oh my God.
Vorrei sentirne di solita roba così.
Mah, il mondo degli Anonimi è sempre migliore del mio.

gwen ha detto...

Solita RobAAAAAAA?!
Ma fammi il piaceeeereeee!

Deni ha detto...

@ Alison:
Per quello che ne so io, non hanno ancora una etichetta ufficiale.
Qualche major non tarderà ad accorgesene.

Anonimo ha detto...

dai ragazzi..ci sono mille band cosi.aprite le orecchie

Anonimo ha detto...

questi Glas vegas non sono male.
però mi sa che mi piace di più la band del tipo che ha scritto la bazza.
avete messo il link Granturismo perchè sono il suo gruppo, no? non si capisce mica bene.

w la figa

lady ha detto...

Se cortesemente l'anonimo ci elenca fra le mille almeno una decina di band come questa.Grazie.

lady ha detto...

Una cortesia alle persone di sesso maschile che commentano su questo sito: il vostro fantastico intercalare, prettamente maschile, W la ****, è bello da usare in determinate situazioni.Da donna, il mio consiglio è quello di tenervelo SOLO per quelle situazioni e NON per commentare su siti particolarmente, fortunatamente e stilosamente AdvisoryCORRECT come questo. E' GREZZO COME POCHE COSE AL MONDO. GRAZIE.

Marquis ha detto...

Ci siamo scambiate le battute !!! :)

ale frnch*n* ha detto...

Fine Primo Tempo.
Risultato Parziale.
"Insolita Roba" contro "Solita Roba" 7 - 2

Anonimo ha detto...

Sarei proprio curioso di sapere che dischi ha in casa l'anonimo..Questi Glasvegas hanno un inconfondibile suono inglese(che a me mi ha rotto da un bel pò) xò hanno un suono della Madonna!!!
date in italia?invece adesso mi rivolgo al presunto"altro" anonimo.
io sono con te in tutti e due i casi:i granturismo spaccano e soprattutto w la figa, che sono sicuro che lo dici come una celebrazone della femminilità.
quindi ragazze, cool down!
siamo con voi sorelle

whirlpool

Anonimo ha detto...

siete tutti fuori strada.
"w la figa" è il mio nickname.

w la figa

Anonimo ha detto...

e il cantante dei glas vegas è joe strummer redivivo!
le foto sono impressionanti.

w la figa

eva ha detto...

Mi permetto di intervenire anche se finora non avevo mai lasciato impressioni.Trovo questi ragazzi scozzesi deliziosamente retrò.Meravigliosi.
Mon amour,con quel nickname devi essere un tipo veramente poco interessante!Pensaci,forse è il caso di cambiarlo!

a. ha detto...

9 - 2

creamy ha detto...

10 - 2

W LA FIGA ha detto...

W LA FIGA !!!

Anonimo ha detto...

Essere apprezzati da uno che si fa chiamare "w la figa"?
Non ho ancora deciso se mi fa piacere o meno, nonostante anch'io sia sensibile all'argomento.
Comunque grazie.
Anonimo, quando mi inviti a casa tua che dò un'occhiata ai tuoi dischi?

Baciamo le mani.

Claudio Cavallaro _ AgriTurismo.

Astroboy ha detto...

http://www.myspace.com/thekingkhanbbqshow

cocco2200 ha detto...

Bel disco davvero suona bene e scorre "liscio" complimenti ai glasvegas e spero vivamente che continuino su questa strada ... Viva Glasvegas

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...