30/07/10

STILL MORE INDIPENDENT

- and hard to find -


Social Disco Club - Daft funk
Destroyers - Lectric Love (1977)
The Sa-Ra Creative Partners - Just like a baby (Sly & the Family Stone)
Vampire Weekend - Ca plane pour moi (Plastic Bertrand)

MATTHEW DEAR - BLACK CITY

- Frequenze News -


Black City non si trova su una qualsiasi mappa. Si tratta di una metropoli immaginaria, popolata da casi disperati, anime infelici dai bisogni amorali. Black City è un luogo d'amore e odio, squallido come il retrobottega di una discoteca e seducente come una promessa di potere. Il musicista Matthew Dear può vivere a New York City, ma il Matthew di Black City vive in un mondo sonoro diverso da qualsiasi altro: un monumento al lato oscuro di una esistenza ambigua e scricchiolante. Black City è il suo terzo album su Ghostly International, ed è il suo lavoro più oscuro e coinvolgente. Ad oggi.

29/07/10

ROYKSOPP - SENIOR

- Frequenze Preview -


Provare nuove strade non costa niente, tutto al più ci si ferma e si gira la macchina. Su queste frequenze un piccolo sentiero per tornare indietro non viene precluso. Anzi tornare sui propri passi può essere indice di intelligenza e maturità. Con 'Junior' i Royksopp hanno imboccato la strada dance toppando su tutti i fronti. Senza avere uno straccio di singolo convincente da fare da traino sono rimasti con un pugno di mosche bloccati alle porte del mainstream in un purgatorio di insoddisfazione reciproca tra la nicchia e la massa. Risultato: hanno venduto molto sotto le aspettative. Così alla vigilia del nuovo album il comunicato ufficiale recita: "Il nostro nuovo album, Senior, è l'evoluzione del disco precedente, rappresenta i Röyksopp in maniera adulta. Mentre Junior era voglia di divertirsi questo è voglia di riflettere, di crescere. Tutti brani sono importanti alla stessa maniera perchè raccontano una storia, la nostra storia". Interamente strumentale, è stato scritto con l’intenzione di farne una sorta di concept, in cui ogni brano è stato creato perché fosse parte di un disegno più ampio: "Ogni pezzo ha la medesima importanza del suo predecessore e del suo successore. Sentiamo che nessuno di essi dovrebbe essere considerato singolarmente, al di fuori del contesto. Certo, è una cosa un po’ stupida da fare in un momento storico in cui imperversano gli iPod…“ Che tradotto significa: conviene tornare alle sonorità di Melody A.M. Nessuna evoluzione quindi, ma solo relax e armonia.

28/07/10

MOUNT KIMBIE - CROOKS & LOVERS

- Frequenze Fast Review -


MOUNT KIMBIE
Crooks & Lovers
hotflush recordings
2010

Sul versante elettronico l'esordio discografico dell'anno in corso arriva da una stanzetta di un anonimo palazzone di Londra, periferia sud, e tasta il polso di una metropoli in forte espansione ma in crisi d'identità sociale e musicale. Dominic Maker e Kari Campos, amici sin dai tempi del college, con soli due ep alle spalle e convincenti remix per XX, Foals e Big Pink, piazzano il colpo al momento giusto, conoscendo a memoria la lezione di Burial ma aggiungendoci la vitalità dei vent'anni. Post-dubstep si legge tra le righe. Ma ammesso e non concesso di conoscere i reali confini del genere, lo si potrebbe definire allo stesso modo pre. Forgiando un suono non necessariamente grezzo e sincopato d'angoscia non è detto che ci si sia spinti un passo oltre il dubstep, ci si può essere fermati prima. Poco oltre la fine del trip-hop, a cavallo del downtempo, dove il bpm comincia ad accelerare ed immergersi il giusto senza affogare in bassi troppo riverberati, in modo da accostare chitarre elettroacustiche a ritagli vocali (si veda l'ultimo Four-Tet) sempre in meno di 4 minuti. Crooks and Lovers è un album duro di primo acchito ma niente paura, diventerà profondamente accogliente e disponibile, vi saprà catturare pian piano, grazie al suo incedere narcotico ed implacabile.

27/07/10

GRINDERMAN - HEATHEN CHILD

- Frequenze News -


Heathen Child
Out 6th September 2010

Limited Edition 12" Coloured Vinyl w/ poster:

Side A: Heathen Child / Star Charmer
Side AA: Super Heathen Child (w/ Robert Fripp)

Single Download:
1) Heathen Child
2) Star Charmer

Heathen Child by MuteRecords

ROCK'N'ROLL SKELETON (vieni, c'è una strada nel Bosco)

- Frequenze News -


Cominciamo dal 1981. Alan Vega usò il suo primo omonimo album per distanziarsi da tutto ciò che fino ad allora aveva fatto con i Suicide. Abbandonò le velleità sintetiche per dare alla luce un disco rockabilly fortemente influenzato dalla passione verso dio Elvis.
Dovessi associare una immagine a quel disco, disegnerei uno scheletro che balla. Il rock'n'roll ridotto all'osso.
Oggi, dopo quasi trent'anni, di musica sotto i ponti ne è passata parecchia. L'immagine stessa del rock'n'roll ha assunto più ampie connotazioni. Pensiamo a Jon Spencer o Quintron, il mago dell'assemblaggio in versione one-man-band: oggi, quello stesso scheletro dovrebbe per forza di cose essere disegnato diversamente.
Ce lo insegna anche un nuovo arrivato: Bosco Delrey, un ragazzo di Brooklyn che potrebbe far parlare non poco di sè nei prossimi tempi. Potenzialmente, il figlio putativo di tutti i personaggi che ho elencato. Mi piacerebbe sapere come disegnerebbe lui, il suo scheletro danzante.

Eccone un assaggio:
Bosco Delrey - My My Racecar/Space Junky/Round N Round (RCRD LBL)

26/07/10

VIDEO KILLED THE RADIO STARS

- Must*see videos -

Elvis (guardate prima il video originale) rivisto dai pupazzi/ombra di Bill Canoni.



Pascal Monaco vince l'oscar della geniale semplicità: trentacinque film in 2 minuti. Indovinarli tutti al primo colpo è praticamente impossibile. Provate. Anzi elencateli proprio, io ne avrò beccati cinque si e no.



23/07/10

STILL MORE INDIPENDENT

- Beatles vs summer cover machine -



Deidre Wilson Tabac - Get Back
Al Green - I want to hold your hand
Byron Lee and the Dragonaires - Live and Let Die
Sergio Mendes & Brasil '66 - Daytripper

21/07/10

HIGH ATTITUDE PARANOIA

- Frequenze Cosmic Strasse -


Nel quartier generale della Strange Life Records una primavera piovosa sembra aver lasciato strascichi pesanti. L'etichetta che risponde agli impulsi di Danny Wolfers, artista elettronico conosciuto per il suo lavoro come Legowelt, senza alcuna finestra di pre-release, ha pubblicato fuori stagione tre nuovi album dal gusto autunnale: quello di Christian Gleinser ("Electric Winter" un'oscura cartolina vacanziera dal retrogusto cosmico che l'etichetta definisce "german folk electronics"), Conte Hemmendorff ("Casttle Hemmendorff - Audio Tour" dal suono più electro-jazz) e Polysick.


E perchè ci interessa quest'ultimo? Perchè dietro al moniker Polysick si cela un giovane produttore capitolino seriamente disturbato. Con l'album "Meteo" filtra suggestive influenze che spaziano tra il kosmische, l'italo, synth-pop acidello e melodie IDM della metà dei '90 o, in fede alle parole dell'etichetta, un frullato di "rephlexesque surf acid weirdness ". Se è di roba strana che soddisfate l'appetito musicale, con Polysick troverete pane per i vostri denti.

juno by polysick

COCKER-TWO

- Frequenze Curiosity -


[ Father and son ]

20/07/10

DANCE CHEMISTRY

- Frequenze News -

La codeina è un alcaloide che si trova in diverse specie di papavero da oppio ma viene ottenuta prevalentemente tramite metilazione della morfina. Può causare cefalea, sedazione, depressione, euforia, ipotensione, tachicardia, stitichezza, vomito. La codeina è tossica, ma ha un effetto dieci volte meno potente della morfina pertanto produce assuefazione fisica in modo proporzionale, e non provoca dipendenza psicologica. Partendo dalla codeina Pilooski e Pentile hanno sintetizzato in studio una molecola molto potente, la Discodeina, in grado di indurre molta dipendenza e rapida assuefazione psicologica e fisica; inoltre è in grado di disinibire i principali centri di controllo del sistema nervoso centrale e periferico. L'album, ancora senza titolo, è in preparazione con i contributi di Matias Aguayo, Jarvis Cocker e Baxter Dury, Singular il primo singolo estratto.

INTO THE BAG

- Frequenze Back To Back -


L'ingrediente facilmente riconoscibile sia dal titolo che dall'inconfondibile attacco tribale è Sympathy For The Devil degli Stones. A seguire la miscela comprende gli echi di sottofondo, altrettanto classici, rubati ad Unfinished Sympathy dei - machevelodicoafare - Massive Attack e mi dicono, scusate l'ignoranza, che la voce femminile sia della signorina Amerie. La perversione è che si tratta di un re-edit di un mash up. Vai così, sempre più difficile!

16/07/10

EDIZIONE STRAORDINARIA

- Frequenze ma anche no -


Troppo caldo. Ci auguriamo che nessuno legga questo post poichè confermerebbe la propria presenza davanti ad un computer. Lasciatemelo dire: ogni click è un sacrilegio, uno spreco di energie, calore che genera altro calore. Buttate via tutto e tuffatevi, anche solo sotto una doccia.
Quaranta gradi. C'è da impazzire.

Mp3
Gene Vincent
Crazy Beat

15/07/10

BEACH BOYS - DARLIN' (1967)

- The Unbelieveble Songs -


L'unico rimedio naturale efficiente contro un' arsura di tale portata sono i Beach Boys. Ascoltare Darlin' funziona talmente bene che per qualche minuto potrete concedervi una pausa dall'aria condizionata.

(mp3) The Beach Boys - Darlin'


"...i'm sorry but whoever wrote this is genius. Imagine any band producing something like this today? Hah!"

MIND THE COSMIC ROCKERS

- Frequenze Remix -


Il secondo singolo dei Chemical Brothers è trascinante sotto l'aspetto melodico ma scarsino sotto il profilo del ritmo: la testa ondeggia ma il piedino non batte. Nessuna critica, ci mancherebbe, è che non rientra nella peculiarità della canzone. Cosi tra i vari tentativi, in larga parte bimbominchia, di dargli una connotazione più danzereccia segnaliamo la versione confezionata Lindstrom & Principe Tommaso. Nove minuti inebrianti per ballare rilassati a bordo piscina in un sali scendi di ebbrezze baleariche e venature elettroacustiche.

(mp3) The Chemical Brothers - Swoon (Lindstrom & Prins Thomas remix) (alt. link)

14/07/10

VIOLENS // ACID REIGN

- Frequenze News -


I Violens suonano come una tonnellata di gruppi cresciuti ascoltando Prefab Sprout, New Order e Psychedelic Furs. La differenza sta nelle canzoni, superiore alla media della tonnellata di gruppi cresciuti ascoltanto Prefab Sprout, New Order e Psychedelic Furs. E gli strumenti, oltre a saperli imbracciare, li sanno anche suonare discretamente bene, sempre a differenza della tonnellata...insomma ci siamo capiti. Oggi aprono per gli MGMT domani chissà, con una promozione alla pari i ruoli potrebbero anche ribaltarsi. La pastura estetica da investimento a corto medio raggio è già in rete e non è difficile abboccare. Fatevi un'idea con il primo singolo Acid Reign in uscita il 26 di luglio scaricabile gratuitamente dal banner.



20 YEARS OF BEATS' N ' PIECES

- Frequenze News -


various artists
NINJA TUNE XX
20 years of beats'n'pieces
(6CD Boxset/2CD/2CD)
2010


Data di pubblicazione:
20 settembre 2010.
Artisti coinvolti nell'iniziativa con nuovo materiale o remix inediti:
Amon Tobin, Roots Manuva, The Cinematic Orchestra, Kid Koala, Mr Scruff, The Bug, King Geedorah, Zomby, Jaga Jazzist, Bonobo,Toddla T, Daedelus, Dorian Concept , Eskmo, Floating Points, Jammer, Two Fingers, Wagon Christ, The Heavy, cLOUDDEAD. Switch, Autechre, Benga, Cut Chemist, Modeselektor, Roots Manuva, Diplo, Gold Panda, Mark Pritchard, Amorphous Androgynous, Rustie, Prefuse 73, 808 State, Tunng, Todd Edwards, Scuba, Joe Goddard, King Jammy, The Orb, Tom Middleton, Micachu, Metronomy, Gaslamp Killer, Kronos Quartet, Dan Le Sac, Mala, El-P (and EL-B).

Per tutte le informazioni relative ai vari formati, ai prezzi e alle iniziatize satellite (libri, concerti, t-shirt) organizzate da Ninja Tune per festeggiare il compleanno potete consultare il sito ninjatunexx.com. C'è n'è veramente per tutte le tasche e i vari gradi d'affezione all'etichetta londinese regina dell'elettronica d'ascolto.
E ricordate: nella musica, oggi più di ieri, il vero successo è la longevità.


13/07/10

SUMMER IN THE CITY

- A Song for a sultry afternoon -


Fa caldo. E purtroppo non tutti possono tuffarsi in piscina o sguazzare in acque marine.
A volte però basta poco per ritrovare un minimo di refrigerio: un ghiacciolo e una bella canzone che porti la mente in vacanza. Voi pensate al ghiacciolo.


Michael Jackson
(Grant Phabao Remix)

DAFT PUNK REVISITED

- Frequenze music and visual art -


I Daft Punk di Harder Better Faster Stronger in una reinterpretazione musicale/visuale gestita da La Pompe Moderne (musica) e soprattutto dai due genietti francesi del video fai da te, Jul&Mat. Fate una capatina sul loro sito ufficiale (in alto a destra troverete i link alle pagine ufficiali di Vimeo, Youtube, etc), non ve ne pentirete di certo.

12/07/10

FREQUENZE DEPRIMENTI REPRISE

- Luglio col bene che ti voglio pt. 2 -



Quando non hai idee fai un post a punti: 5, 6, 7 e 8

5) nel fine settimana ho ospitato certi amici scoppiati e abbiamo inventato la prossima fotta per dementi ad un addio al celibato rivierasco: lo stormo di vuvuzelas da asporto. Sei in un gruppo di una ventina di persone e stai passeggiando per, boh, il lungomare di Cesenatico. Vi mettete tutti quanti la mano a conca davanti alla bocca e iniziate a fare “EEEEEEEEEEEEEE”. Viene fuori un effetto tipo mondiali. La gente intorno a voi inizierà a pensare che siete dei geni e inizierà a farlo con gli amici, vendendola come un’idea propria come quell’estate in cui tutti urlavano “Valerio” (che poi, in quell’estate, non ho mai sentito nessuno urlare “Valerio” prima che arrivassero i servizi su Studio Aperto). Questa cosa, tra l’altro, può ragionevolmente favorire l’aumento del numero di cecchini appostati ai piani alti degli hotel del lungomare di Cesenatico, e questo ci darà un sacco di pagine di stampa.

6) nelle mie intenzioni questo episodio di FD sarebbe stato interamente dedicato a sfottere il concetto di fashion-blog, che ho scoperto un mesetto fa sull’onda d’urto del dirompente personaggio di Chiara Ferragni. Chiara Ferragni è una tizia poco più che maggiorenne che si fa fotografare dal proprio fidanzato in giro per Milano con vestiti che prima -credo- comprava di tasca sua e ora -credo- le vengono mandati dagli stilisti perché possa essere immortalata, con un deciso aumento dei punti d’interesse del blog stesso. Al contempo io e certa gente amica mia stiamo pensando seriamente ad aprire un fashion-blog in cui scrive solo gente che non ne sa un cazzo. Ci creiamo la scena vampirizzando la scena, AKA scriviamo post che sfottono il fashion-blogging nella vana speranza di rimediare una borsetta di Prada per le nostre fidanzate.

7) nel frattempo io ho incrementato i punti di frizione nel mio dress-code, al punto che ora sto sfoggiando una camicia Oviesse e un paio di pantaloncini azzurri su scarpe Onitsuka Tiger. Il che, suppongo, dà un sapore vagamente marinaresco alla mia prosa. E dato che ho fatto cinquemila battute mi sento più che libero di chiudere il pezzo con il punto 8, che vi consiglia i concerti FD del prossimo mese.

8) concerti FD del prossimo mese: domenica suonano i Baroness al Rock Planet. Il 21 ci sono i Fucked Up all’Hanabi, e sarà un DELIRIO (Pink Eyes in spiaggia deve semplicemente uscire di testa). Il 28 ci sono i Get Up Kids alla rocca di Cesena, io sono quello che piange in prima fila sul lato sinistro del palco. 6 agosto KTL all’Hanabi, black metal concettuale con le zanzare al posto dei corvi.

Ci sentiamo quando arriva il bel tempo.

10/07/10

17 SOFT POP CLASSICS FOR SUMMER ROAD TRIP

- Frequenze Podcast -


Se vi necessita un supporto psicologico per affrontare l'esodo verso le mete di villeggiatura Dirty Sound System ha creato un podcast di 17 classici (definirli cosi significa avere una cultura musicale fuori norma) apposta per predisporre la mente alle fatiche del viaggio. Certo che a bordo di una cabrio costeggiando la Big Sur sarebbe un'altra cosa........



Tracklist:
1. Alan Parsons Project - Gemini
2. Eurythmics - This City Never Sleeps
3. Le Systeme Crapoutchik - All What I Have
4. Steve Miller Band - Journey From Eden
5. Olivia Newton-John - Love Song
6. The Troggs - Summertime
7. Lou Reed - Kicks
8. The American Breed - To Put Up With You
9. Sparks - Fletcher Honorama
10. Fleetwood Mac - Brown Eyes
11. The Jeremy Spencer Band - Cool Breeze
12. Serendipity Singers - Rain Doll
13. Ariel Pink - Can't Hear My Eyes
14. Rob - Running For The Gold
15. Devendra Banhart - Brindo
16. Jarvis Cocker - Baby's Coming Back To Me
17. The Honeys - It's The Thought That Counts

09/07/10

FREQUENZE DEPRIMENTI

- Luglio col bene che ti voglio -



Quando non hai idee fai un post a punti.

1) una tipa che ha letto il mio ultimo pezzo sulla figa lessa e l’intellettuale depresso standard mi ha scritto in pvt insinuando che “ti rode il culo perché avresti voluto pensarci tu”. In realtà a me il culo rode per tutta la salciccia che mi sparo, salciccia con la c intendo. Ci sono tre cose a cui sono fiero di non avere mai pensato. La prima è mettere su un gruppo che mischiasse roots-folk e postrock, la seconda è di tesserarmi al PD, la terza è la figa lessa standard di Cesena. La quarta sono gli instant-book tratti dagli instant-blog, come quella minchiata che svela i finali dei film.

2) dischi per l’estate: Flying Lotus, Autechre, The Books.

3) dischissimi per l’estatissima: il nuovo Danzig. Somiglia vagamente al miglior Danzig (i primi tre/quattro dischi), solo un po’ meno ispirato nella scrittura e prodotto come se fosse un disco dei Down. Se sapete di cosa sto parlando avete vinto la possibilità di offrirmi una Heineken con aceto balsamico la prossima volta che mi vedete boccheggiare dal caldo in qualche locale. Avete mai provato la Heineken con l’aceto balsamico? Probabilmente no, ma vi permettete A di pensare che faccia vomitare, e B di pensare che, al contrario, la Heineken senza aceto balsamico sia chissà che.

4) a proposito di Heineken, ieri sera sono andato a vedere i Pearl Jam a Venezia. Se i Pearl Jam hanno suonato a Venezia una o due o tre settimane fa saprete che Frequenze Deprimenti è una rubrica in differita. Comunque verso la fine hanno fatto una cover di Public Image (l’omonimo pezzo dell’omonimo gruppo, scegliete voi chi sia omonimo a cosa et viceversa) e ho iniziato a urlare come se avessi avuto sei anni e avessero fatto una cover di Bimbo Mix. Naturalmente nessuno intorno a me l’ha riconosciuta, rendendomi automaticamente schiavo del mio personaggio di indiettaro depresso standard cesenate senza dreadlocks. Vabbè.

4bis) la cosa più divertente della serata, concerto a parte, è che alla fine della serata la gente ha preso d’assalto lo stand della Durex, che distribuiva profilattici gratis (sesso sicuro), mettendosi a rovistare dentro i cartoni per arraffarne il più possibile. Il tizio che era a vedere i PJ con me si è lanciato su un cartone e si è intascato una ventina di blister, contenenti un preservativo ciascuno. Il che, per uno che ha una vita sessuale promiscua, significa abbassare sensibilmente l’incidenza del live dei Pearl Jam sul costo del biglietto. Arrivato in macchina apre lo zaino e scopre di aver depredato lo scatolone sbagliato e/o di essersi intascato una trentina di buste di vaselina profumata monouso. Mi ha invitato a cena per stasera.

4tris) la storia del sesso sicuro con preservativi gratis è una balla. Il preservativo gratis porta con sé un certo grado di acritica paranoia in merito al fatto che sia, o meno, di qualità opinabile. In altre parole pago un euro a goldone (o quel che costano, insomma: io non scopo) per avere una base economica su cui incazzarmi come una pantera se mi si buca mentre sto venendo dentro mia sorella, rischiando una causa penale per incesto. E volevo anche puntualizzare che nello stand contro la droga non distribuivano gratuitamente flaconcini di metadone monouso (lo so perchè li ho cercati, e se è per questo ho preso anche una piada salsiccia e cipolla allo stand). Ipocriti.

(continua...)

08/07/10

STILL MORE INDIPENDENT

- Porno Latin Summer Edition -

- Frequenze djset - 09.07 - c/o Est Summer-Lago Tortuga Milano Marittima -

Boogaloo Combo - Hot Pants (Road)
(originally by James Brown)
Orquestra America Romantica - Tequila
(originally by The Champs)
Baby Charles - I Bet That You Look Good On The Dancefloor
(originally by Arctic Monkeys)
Los Lobos - Don't Worry Baby
(1984 original video)

07/07/10

THE LONDON SOULS

- Frequenze Scouting -


Formazione a tre dal talento spalmato in egual misura tra Kytoshi (basso), Tash (chitarra) e Chris (batteria). A differenza del nome sono newyorkesi al 100% ed hanno un tiro fotonico.
Ancora in attesa di contratto.
Anche noi restiamo in attesa: vogliamo vedere quanto tempo ci impiega, chi di dovere, ad accorgersi del valore di questi tre ragazzi. Fossimo nei Black Keys li adotteremmo...

(mp3)The London Soul - What you need


>>myspace
>>official site

>>The London Souls - Stand Up (Live-video)



EYE ON SOULJAZZ

- Frequenze News -


KANAVAL
book / cd album
souljazz rec.
2010

Un libro e un cd per celebrare lo stato haitiano recentemente devastato dal terremoto. Souljazz presenta un grande reportage fotografico su Haiti, con foto scattate durante i periodi del carnevale tra il ’95 e il 2009. Scatti decisamente forti che mostrano il lato più dedito ai riti voodoo, al sesso e allo humor della gente indigena. tutte le foto sono didascalicamente commentate da Richard Flaming, autore del best seller “Walking To Guantanamo”. In contemporanea al libro l’etichetta presenta anche un cd con il meglio della musica tradizionale Haitiana, la Rara: un mix di esotismi folk nato dalla fusione di percussioni artigianali e voci suonato per l’appunto durante il carnevale di Port-Au-Prince, che purtroppo, dopo il tremendo terremoto che ha colpito l’isola, è stato cancellato. Archeologia sonora.





ROY AYERS
"Lots Of Love"
uno melodic/souljazz
1983

Lots Of Love è il titolo di un album molto raro pubblicato nel 1983 dal vibrafonista (anche se riduttivo) Roy Ayers per la sua etichetta Uno Melodic. Oggi, a 27 anni di distanza, è di nuovo disponibile grazie alla Souljazz. L'album esplora l'afro beat di Fela Kuti cosi come il boogie funk tipico del periodo. In chiusura troviamo la super dark Chicago, traccia amata da producers come Metro Area, Moodyman, Theo Parrish ed Erich Schwarz che l'ha liofilizzata nel 2003 riproponendola in versione minimal.

Four Tet - Nothing To See (8.49) by Soul Jazz Records

06/07/10

BLACK PANTHER POWER

- Frequenze Curiosity -



Generalmente le innovazioni musicali nascono in America, e in particolare nella musica nera: R&B e soul nei cinquanta, funk e disco nei settanta, rap e house negli ottanta. Ma di norma sono le formazioni inglesi a reagire meglio agli stimoli dell'America nera, aggiungendovi un vitale tocco di concettualismo, stile e mentalità da scuola d'arte, per poi rivendere questa musica nera americana riconfezionata all'America bianca. E' quanto è capitato al blues bianco anni sessanta, al punk nei settanta (l'unica eccezione tutta bianca), al new pop anni ottanta (funk e soul patinati e pronti per il video) o ai rocker fumati anni novanta. E con l'arrivo delle macchine a soppiantare gli strumenti il concetto è andato allargandosi a macchia d'olio. Eccovi tre esempi scelti a caso dal mazzo:

1) L'incantata melodia d'archi di Glory Box appartiene ad Isaac Hayes.
(mp3) Isaac Hayes - Ike's rap II

2) L'anthem per eccellenza degli anni novanta a Rock Master Scott & Dynamic Three.
(mp3) Rock Master Scott & the Dynamic Three - The roof is on fire

3) Il riffone dei robot metallari ai Breakwater, una funk band di Philadelphia.

(mp3) Breakwater - Release the beast

05/07/10

YOU KNOW I GOT SOUL

- Frequenze News -

Qualche novità fresca fresca da ombrellone. Roba ad ottimo contenuto di soul, un ingrediente necessario per una abbronzatura dorata. Sotto ogni video trovate il link al myspace e due righe di presentazione.



Liam Bailey

Inglese, ancora senza contratto discografico. Ecco un buon investimento per chi ha uno studio o una piccola etichetta. Ma affrettatevi, rimarrà sconosciuto ancora per poco.




Kings Go Forth
Funk band con base a Milwaukee composta dalla bellezza di 10-elementi-10 sotto la  rassicurante guida dei signori Andy Noble e Black Wolf. Delle macchine da guerra, sembra di sentire Curtis Mayfield con gli Impressions. Miglior disco di quest'anno nel suo genere. I Don't Love You no More è da ballare fino allo sfinimento.




The Sister Ruby Band
Nato a Vienna, cresciuto a Los Angeles, residente a Londra. Anche se ha solo 21 anni Johnny Ruby ha esperienze da vendere. La Sister Ruby Band è l'ensemble di musicisti che questo ragazzo è riuscito a riunire sotto il suo songwriting. Dai Byrds a Dylan, dai Velvet a Brian Wilson, di ciccia ce n'è (QUI potete ascoltare l'Ep A Shot in the Dark). Attendiamo il primo vero album completo per sentire che sapore lascia.

KING OF THE BEACH

- Our East Coast Music Idol -

- click on photo to posterize -

04/07/10

SATISFACTION BY TRITONS

- Frequenze Old School Memorabilia -



Riarrangiamento magistrale di I Can't Get No Satisfaction riproposta nel 1973 dal gruppo-fantasma dei Tritons. Le indiscrezioni dell'epoca, tra l'altro mai ufficialmente confermate, sostenevano che in realtà dietro i Tritons si nascondessero i New Trolls. Il 45 giri ebbe un grande successo in Italia ed in altre nazioni, tuttavia si trattava solo di un ambigua operazione commerciale che non ebbe alcun seguito.

03/07/10

ITALIAN ED WOOD

- Frequenze Cult Movie -


ALIEN 2 - SULLA TERRA (1980). Regia: Sam Cromwell aka Ciro Ippolito. Sceneggiatura: Ciro Ippolito Genere: Horror Durata: 92 min. Cast: Belinda Mayne, Mark Robin, Robert Barrese, Jedy Perrin, Denny Aldrich, Michael Shaw (Michele Soavi)

Vi siete mai chiesti perché il secondo capitolo della saga tenente Ripley vs. mostro spaziale sia stato intitolato Alien-Scontro Finale piuttosto che con un canonico Alien 2 ? Semplice, perché un Alien 2 esisteva già. Appena un anno dopo il primo capitolo di Ridley Scott, l'ingegno nostrano di Ciro Ippolito (qui celato dietro lo pseudonimo di Sam Cromwell) ha partorito uno pseudo-sequel apocrifo
girato in Italia con un budget poverissimo e ambientato quasi interamente in una caverna. Naturalmente i poveri speleologi intrappolati\ finiranno vittima di un misterioso alieno, morendo in modi abbastanza trucidi. Mitico il finale tutto virato in rosso, con la città deserta e la scritta apocalittica in chiusura! Purtroppo, la creatura in sè (sembra un verdurone vermiforme fallico, con bocca a fiore) non è nemmeno lontano parente dell'originale.

«Vidi Alien e dissi: “ma perché non facciamo Alien pure noi?”. Col mio socio Angiolo Stella comprammo una pagina su Variety annunciando il seguito. Ovviamente non avevamo niente in mano. Però arrivarono richieste da mezzo mondo per distribuire il film. E così partimmo. La Twentieth Century Fox ci chiese dieci milioni di dollari per risarcimento danni. Ma noi ce ne fottemmo e andammo avanti. Anche perché gli americani si accorsero che la parola Alien non era soggetta a copyright, chiunque avrebbe potuto usarla per un titolo. Allora la Fox si offrì di comprare il nostro film, ma per distruggerlo! Ma noi non demordemmo. Il film lo finimmo, uscì, e devo dire che guadagnammo piuttosto bene tutti quanti…».

La visione del trailer è sconsigliata ai più impressionabili

SCHWAB - THE MOLE MAN

- Frequenze News -

Non è stato facile scoprire il nome e i tre volti celati dietro la canzone scelta da Frod per promuovere la nuova Fiesta 2010. C'è voluto del tempo. Ma che dietro a quei fugaci 30 secondi si ci fosse un pezzo intrigante lo si intuiva al volo. Solo dopo ho scoperto anche un'ottima band in grado di trattare il rock'n'roll come pochi. Non più giovincelli e completamente sconosciuti alla rete (anche hypem li ignora, e ho detto tutto) gli Schwab sono "attempati" cowboys metropolitani abituati a sudarsi la pagnotta suonando in tutti i pub tra Brixton e Camden. I pezzi disponibili girano all'unanimità per freschezza ed originalità. Composizioni, paranoicamente dedicate a temi leggeri, fuse in un crogiolo di bizzarra psichedelia, blues del Delta e acidrock onirico che lambisce il funk. I riferimenti sarebbero molteplici: di base prendiamo la Blues Explosion, con la vena freakkettona dei Bees, il groove dei Little Barry e l'eccentrica "ignoranza" dei Black Lips. E' solo rock'n'roll ragazzi, niente di nuovo sotto il sole, ma con queste temperature è meglio non rischiare scottature.

>>Schwab - The Mole Man
>>Schwab myspace

01/07/10

C O L A

- Support Your Local Band -


ANDREA COLA
official site

Si può dire tutto sulla strada di imbarbarimento intrapresa dalla musica negli ultimi anni, tutto tranne che non sia più benevola nel concedere una seconda o una terza chance. E la storia di Andrea Cola in questo ci è testimone. Il cantautore romagnolo, dopo aver archiviato l'apprezzata palestra esterofila dei Sunday Morning ed il transitorio progetto solista Dot Not Cry For The Country Boy si è fermato qualche tempo a guardare più indietro dei suoi anni trovando le risposte che cercava. Un'utile percorso di maturazione che trova nell'italiano il carburante per spingere il proprio talento verso la direzione giusta e, chissà, ritagliarsi un posto al sole nel nuovo cantautorato italico. Tra qualche mese ve lo sapremmo dire. Ora offritegli 2 minuti del vostro tempo, non ve ne pentirete.

Piove a Milano (versione promo) - AndreaCola
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...